Classe 76, milanese di adozione, vegetariana, femminista e militante lesbica. Ho un blog su Huffingtonpost e collaboro con LetteraDonna. Oltre a scrivere, ho un’agenzia di comunicazione e ogni tanto tengo lezioni dedicate alle donne sui temi della comunicazione e l’uso dei social, in particolare presso la Libera Università delle Donne. La mia personale battaglia ha come obiettivo la parità di genere per tutte le donne e l’orgoglio di essere per le persone lgbt, sognando un mondo meno violento e più libero per tutt*.

Se vuoi rimanere aggiornata/o su pubblicazioni, eventi o incontri pubblici, iscriviti alla newsletter. Manderò al massimo 2 mail al mese, giuro niente spam!

Intervista a Laura Boldrini

Intervista a Laura Boldrini

“Ricordo esattamente il momento in cui ho iniziato a scrivere questo libro: ero in Kenia, a Dadaab, nel più grande campo profughi del mondo, con il gruppo elettrogeno davanti e […]

Continua a leggere ›
Dire la verità, un modo per smettere di soffrire

Dire la verità, un modo per smettere di soffrire

Ho un’amica che stasera dirà a sua madre di essere innamorata di una donna. Prima di questa decisione c’é stato un percorso lungo, che abbiamo fatto in tante e tanti, […]

Continua a leggere ›
Intervista a Vladimir Luxuria

Intervista a Vladimir Luxuria

“Che il veleno possa diventare medicina”, intervista a Vladimir Luxuria

Continua a leggere ›
Almeno una di meno

Almeno una di meno

In questi giorni – settimane – mi sono dibattuta tanto, veramente tanto, su cosa scrivere per il 25 novembre. Dico scrivere perchè quello è il mio linguaggio ed è con […]

Continua a leggere ›
Sulla riconoscenza, sui traguardi e sul coraggio di sognare

Sulla riconoscenza, sui traguardi e sul coraggio di sognare

Nella mia vita ho lavorato tanto. Ho cominciato a 15 anni nei fine settimana come aiuto cuoca, e nel corso del tempo ho fatto di tutto: cameriera, commessa, operaia, segretaria, […]

Continua a leggere ›
Non serve essere di sinistra per essere antifascista

Non serve essere di sinistra per essere antifascista

Ieri pensavo che non serve essere di sinistra, per essere antifascisti. Peraltro, essere di sinistra è un po’ come essere femminista: chi può dire dov’è di preciso, chi ha diritto […]

Continua a leggere ›
Di madri, figli maschi e viaggi in treno

Di madri, figli maschi e viaggi in treno

In treno. Alla mia destra ho una coppia madre con figlio adolescente, idem dall’altro lato. Quelli a sinistra hanno l’aspetto che mi attiva subito il giudizio: lei labbra gonfiate e sopracciglia tatuate, lui […]

Continua a leggere ›
Sognando Milano, scappando dai bulli

Sognando Milano, scappando dai bulli

La mia amica Ale è alta e magra, con le cosce lunghe e la parte interna del braccio perfetta. Credo sia anche liscia naturale. Stamattina, chattando, mi raccontava che da […]

Continua a leggere ›
Tracce di cambiamento, ma non dove me le aspettavo

Tracce di cambiamento, ma non dove me le aspettavo

Mi sono sempre definita lesbica, inteso come sostantivo. Non ho mai capito le definizioni tipo ‘donna lesbica’ o ‘donna prima di tutto’, sono nata e cresciuta nel lesbofemminismo e quello […]

Continua a leggere ›

Necrologhi

Presentazione di NECROLOGHI – Pamphlet sull’arte di consumare, di Maria Nadotti. Insieme all’autrice: Goffredo Fofi, Giuseppe Mazza, Michela Pagarini. Casa della Cultura di Milano 17.2.16  

Continua a leggere ›

Next Page »